01 Settembre 2011

Saloni: Arl e bici del futuro

Al via Eurobike di Friedrichshafen, la fiera leader del settore del ciclo. Vi raccontiamo le novità: e-bike, bici da trekking e da città, l'abbigliamento da "ciclo-ufficio" e i viaggi in bici. Poi vi aspettiamo a Padova: per curiosare e... partire insieme


Vai alle foto


Ne ha fatta di strada in vent'anni. Eurobike, la fiera leader del settore del ciclo, si è aperta ieri a Friedrichshafen in Germania, festeggiando il ventennale e numeri da... boom che rispecchiano la crescita del mercato.

Il Salone, aperto nel 1991 come rassegna dedicata alla Mtb con 268 espositori, ha raggiunto oggi una risonanza mondiale che la porta ad esser il cuore pulsante dell'intero settore, in grado di calamitare 1.180 espositori da 45 Paesi.

Tantissime le novità che fino a sabato 3 settembre, giornata aperta al pubblico, saranno presentate dagli operatori del settore.

 

TRA GLI STAND ANCHE NOI DI ARUOTALIBERA

Ci siamo anche noi del webmagazine Aruotalibera e, con un filo diretto, vi presentiamo le novità più importanti che in questi giorni saranno presentate a un tiro dal Lago di Costanza. Una lunga serie di anteprime mondiali per un colossale spettacolo della bicicletta che ci vede in prima fila tra gli specialisti del settore e il pubblico degli appassionati.

Il salone Eurobike copre l'intera gamma di prodotti del settore, dalle biciclette sportive a quelle da città o pieghevoli. Se le innovazioni, per quanto riguarda i modelli da corsa, si concentrano sulle ruote, l'aerodinamicità e il peso dei telai attraverso materiali sempre più sofisticati, il tema principale di Eurobike è ancora una volta la bicicletta elettrica, che si presenta con il modello Smart e i cambi automatici.

 

LE NOVITA' DEL SETTORE DELLE E-BIKE

Può stupire il marchio delle macchine "tascabili" nel settore del ciclismo? Bisogna allora sapere che dal 2012 il Gruppo Daimler sbarcheràel mercato della bicicletta con una propria e-bike.

La direttrice della Smart, Annette Winkler, ha presentato a Friedrichshafen il modello Smart alla stampa dicendo: «La Smart-E-Bike è una vera Smart, solo su due ruote. I vantaggi sono la forma piacevole, ma anche la sua praticità e semplicità d'uso. Gli sviluppatori del Gruppo Daimler e l'azienda berlinese di biciclette Grace hanno intervistato per anni gli abitanti delle metropoli di tutto il mondo per conoscere le loro preferenze in fatto di mobilità. La Smart-E-Bike" è la logica conseguenza di questa esperienza». In linea con il brand automobilistico, la e-bike della Smart offre per esempio soluzioni raffinate come la connessione Usb integrata per smartphone.

Non è l'unica novità nel settore della bicicletta con pedalata assistita. Altri produttori, presenti da più tempo sulla scena della e-bike, propongono un sistema di cambio automatico per ovviare al problema delle batterie che si scaricano troppo presto.

L'innovazione nasce dall'osservazione delle abitudini di molti utilizzatori di e-bike che risultano piuttosto "pigri" nel variare le marce e tendono a pedalare su cambi alti con una frequenza di pedalata bassa. Ciò provoca un veloce consumo delle batterie. La soluzione al problema arriva dunque dal cambio automatico.

Un'altra novità sono i fanalini posteriori, che segnalano al traffico un rallentamento o una frenata del ciclista (Busch&Müller). Anche il produttore di componenti Shimano presenta una novità mondiale: la Bike Tower di nuova concezione, che consente di posteggiare le e-bike in modo sicuro e di ricaricarle allo stesso tempo.

Le nuove pedelec e biciclette elettriche sono dunque sottoposte in questi giorni ad una prima prova di resistenza sugli ampi percorsi di collaudo dislocati nell'area esterna alla fiera così che tutti, operatori e appassionati, possano toccare con mano il meglio del mercato dell'e-bike di qualità

 

IL COMFORT PER CHI PEDALA IN CITTA'

Tra le novità 2012 ci sono anche le biciclette da trekking per la città e le escursioni nonché l'abbigliamento "multifunzione" e le tendenze sempre più "green".

Il tutto in linea con il movimento crescente di chi si sposta sui pedali per andare al lavoro in città e, naturalmente, anche nel tempo libero, con un mezzo ideale per girare in modo veloce ed ecologico.

Va da sé allora per numerosi produttori la scelta di realizzare i componenti della bici in un modo rispettoso dell'ambiente. Come la sella imbottita con sughero che arriva dalla Francia (Selle Royal) o le borse riciclate realizzate nei Paesi Bassi (Basil) che contribuiscono a diminuire le emissioni di Co2.

Sulla scia delle mountain bike da 29 pollici (MTB) che hanno già riscosso un gran successo, si ridefiniscono sul mercato anche le biciclette da trekking. Per molto tempo la bicicletta da 26 pollici ha dominato il settore della bici da viaggio. Ora invece il trend delle "twentyniner", proveniente dalla mountain bike, si allarga anche alla bicicletta da viaggio. Se la Mtb è concepita per l'uso off-road, le trekking bike si possono utilizzare anche su strada. Al posto delle solite biciclette da 26 pollici, anche i grandi produttori olandesi offrono le loro biciclette dotate di ruote più grandi. I vantaggi sono il superamento più facile degli ostacoli, una trazione più efficace e la geometria che permette una migliore tenuta in curva.

Chi si reca poi al lavoro in bicicletta, porta con sé uno zainetto con i vestiti di ricambio. Ora non sarà più necessario, dato che numerosi produttori offrono ora capi d'abbigliamento per ciclisti che si possono indossare anche una volta scesi di sella, come la divisa "da ufficio" della Brompton con riflettori integrati invisibili.

 

IL SUCCESSO DEI VIAGGI IN BICI

Insomma, le novità fioccano in ogni settore della bici, in linea con lo slogan di Eurobike 2011 "Bike - Fit for Future" e il successo enorme dei viaggi sui pedali, ai quali il salone tedesco dedica per il decimo anno il convegno Travel Talk, in programma il 2 settembre. E' lo spazio in cui i comuni, le regioni, i costruttori di biciclette e gli operatori turistici potranno informarsi riguardo alle nuove tendenze per le vacanze in bicicletta.

Le offerte di viaggi in bici che vanno sotto la denominazione "Holiday on bike" saranno invece presentate durante la giornata di apertura al pubblico il 3 settembre insieme all'altro grande tema della fiera dedicato alla mobilità urbana, con i sistemi per posteggiare e trasportare biciclette, soluzioni combinate per bicicletta e treno o auto, postazioni di noleggio, stazioni di ricarica per biciclette elettriche. Un modo diverso, pulito e sano di vivere la città muovendosi al ritmo della bici. La frontiera di un futuro che fa ben sperare e uno stile di vita che offre più qualità, benessere e divertimento.

 

E POI VI ASPETTIAMO ALL'EXPOBICI DI PADOVA

Ma non finisce qui. Perché dopo la colossale rassegna di Friedrichshafen, sarà la volta di Expobici di Padova, la fiera del ciclo che sta guadagnando sempre più consensi e attenzione. Un appuntamento imperdibile, per le aziende che operano sul mercato italiano e anche per noi di Aruotalibera. Dal 24 al 26 settembre, ci troverete tra gli stand degli oltre 500 espositori presenti all'importante vetrina italiana che presenterà tendenze e innovazioni del settore del ciclo.

Un'attenzione particolare quest'anno sarà rivolta al cicloturismo, grazie alle proposte organizzate dalla Fiab, la Federazione Italiana Amici della Bicicletta, da un gran numero di "uffici biciclette" dei comuni italiani più attivi nell'ambito della mobilità ciclabile e dai tour operator specializzati nell'organizzazione di vacanze in bici in Europa e nel mondo. In più, un fitto calendario di appuntamenti che si svolgeranno durante la fiera italiana con l'organizzazione del Caffè Letterario, dedicato agli autori che hanno scelto la bicicletta come soggetto dei loro libri.

Vi aspettiamo dunque a Padova, per guardare insieme alla bici del futuro. Per sognare, scoprire e poi... partire!

 

INFO

www.eurobike-show.com

www.expobici.it