20 Ottobre 2011

Sagre: ciclo-gourmet, avanti!

Autunno, tempo di feste e sapori. Da Nord a Sud, tante occasioni per programmare un cicloviaggio pieno di... gusto. Strade del vino, fette di culatello, caldarroste e torroni: ciclo-buongustai, fatevi avanti!


Pedali e assaggi. L'autunno è il tempo delle sagre: vino novello e vin santo, castagne e dolci, salumi e tartufi. L'Italia fa festa con le sue tradizioni e una sfilza di cose buone per le quali vale la pena programmare un itinerario, anche sui pedali. Sulle strade dei sapori, a un tiro da casa, portandosi le due ruote dietro oppure noleggiandole una volta arrivati a destinazione.

Le aziende turistiche fanno a gara per richiamare turisti stuzzicando il palato e ci sono luoghi super accoglienti per chi si muove sui pedali.

L'esca è la buona tavola ma intorno nascono iniziative per la promozione del territorio. Giusto così: da un piatto che arriva dal passato si riscoprono le radici e le storie di una terra. Assaggiare un salame o brindare con un buon rosso non è solo un piacere ma anche un viaggio nella tradizione e nella natura che la bici fa diventare ancora più divertente.

Con il tempo delle sagre, ci aspettano decine di strade del vino, dal Chianti alle Langhe. Tour tra cantine e frantoi, agriturismi e osterie. Una rete di sentieri e percorsi del gusto da esplorare in ogni regione d'Italia.

Qui di seguito presentiamo alcune delle sagre più importanti ma sul sito www.disagrainfesta.it potete trovarne ovunque, vicino casa o nella regione che vi interessa esplorare, con un cicloviaggio pieno di... gusto. Se leggendo viene l'acquolina in bocca, basta saltare in sella e partire!

 

VINO NOVELLO

E' il grande protagonista dell'autunno, il prodotto più "giovane" della vendemmia celebrato dal Movimento Turismo del Vino in occasione dell'iniziativa "San Martino in Cantina". In ogni regione, il vino prodotto dalle cantine socie dell'associazione, domenica 13 novembre, sposerà le eccellenze gastronomiche locali.

«Quest'anno - ha precisato la Presidente del Movimento Turismo del Vino, Chiara Lungarotti - abbiamo voluto dare all'evento una veste diversa, che più del solito puntasse a valorizzare non solo il vino ma l'intero territorio. Non sarà semplicemente un assaggio di prodotti tipici, ma un momento di conoscenza e approfondimento vero e proprio delle tradizioni locali. In un anno i cui, inoltre, si è celebrato e ancora si celebra l'anniversario dell'Unità d'Italia ci è sembrato anche un modo per festeggiare questa ricorrenza attraverso il Gusto tutto italiano».

Saranno 200 le cantine che dal Nord al Sud Italia apriranno le porte per accogliere gli enoturisti, anche sui pedali, domenica 13 novembre, contando anche sul fatto che "l'Estate di San Martino" regala ancora una bella escursione sotto il sole, prima dell'inverno.

Tra le tante fiere, segnate in agenda "Bacco nelle gnostre: vino novello e caldarroste in sagra". Si svolge da 12 anni a Noci (Bari) ed è un evento per tutti i pugliesi. Tra i punti di forza della sagra c'è la cura nell'accogliere il visitatore, con soggiorni convenzionati, bicchieri di vino, bontà della tavola, spettacoli, musica e divertimento.

INFO

www.movimentoturismovino.it

 

Al via anche la 12ª edizione della "Festa del Vino Novello", organizzata a Vignanello (Viterbo) nei fine settimana del 4-5-6 e 11-12-13 novembre

Una bella occasione per festeggiare la nuova stagione non solo del vino ma anche dell'olio: i sapori ed i profumi dominanti nelle vie medioevali di Vignanello saranno quelli dell'uva appena trasformata nel "nettare di Bacco" e delle olive nel pieno della molitura. Profumi che si aggiungeranno ai tepori delle caldarroste appena sfornate dalle grandi teglie piazzate nelle vie del borgo antico.

Sono previsti "percorsi del gusto del vino e dell'olio", raduni gratuiti e pacchetti organizzati dall'Apt.

INFO

www.prolocovignanello.org

 

 

CASTAGNE

L'abbinamento è d'obbligo: con il vino le castagne si sposano benissimo. C'è una regione che fa di questo frutto la propria bandiera: la Campania.

Per esempio a Montella (Avellino) la sagra della castagna è un evento rinomato e atteso, con migliaia di presenze, per gustare il frutto che in questi luoghi è da sempre al centro della vita sociale ed economica.

Il 5 e 6 novembre va in scena la 29ª edizione della Sagra della Castagna di Montella Igp: si potranno mangiare caldarroste, dolci di castagne, piatti tipici a base di funghi e tartufo, in mezzo a tanta bella gente per passare qualche ora in allegria e spensieratezza.

INFO

http://www.comunemontella.it

 

Altro evento da non perdere a Cassano Irpino (sempre in provincia di Avellino): la sagra della castagna occupa le vie del centro storico del paese che conserva le caratteristiche del borgo medioevale; nelle piazze e nei vicoli si potrà girare tra gli stand gastronomici che offriranno i piatti tipici della zona (maccaronari e fagioli, pasta con ricotta e tartufo, baccalà e peperoni, pancetta alla brace, mogliarielli, scamorza arrostita...e tanto altro), il tutto innaffiato da vino Aglianico locale. Le caldarroste saranno distribuite gratuitamente a tutti! In più, l'artigianato e i prodotti tipici dell'Alta Valle del Calore.

INFO

www.comunecassanoirpino.it

 

DOLCI: TORRONE E CIOCCOLATO

Dal 18 al 20 novembre, Cremona torna a stuzzicare i palati dei golosi con la Festa del Torrone, nota anche come "Torrone & Torroni" in onore al dolce tipico per eccellenza.

Non una festa qualsiasi ma un evento gastronomico-culturale che esalta tutti gli aspetti e le eccellenze di un territorio, valorizzandoli attorno ad un'atmosfera di grande entusiasmo, scoperta e divertimento. Ricchissimo il programma delle iniziative: dalle degustazioni ai convegni, dalle mostre ai talk show, dagli spettacoli ai concorsi a tema. A Cremona non mancherà proprio nulla, per la gioia dei visitatori.

E' un appuntamento di rilievo nel panorama nazionale, come testimoniano i numeri della passata edizione: 100 espositori presenti, oltre 24 tonnellate di torrone venduto, oltre 50 iniziative culturali e di intrattenimento, oltre 100.000 presenze di turisti provenienti da ogni parte d'Italia arrivati a Cremona in auto, pullman (250) e camper (quasi 800), e centinaia di turisti stranieri.

Quest'anno il tema attorno al quale ruoterà la grande festa è il viaggio, nelle sue molteplici forme ed esperienze seguendo in particolare due direttrici guida: l'arte e il territorio.

INFO

www.festadeltorronecremona.it

 

Festa del Torrone anche a San Marco dei Cavoti, deliziosa cittadina in provincia di Benevento che, nel centro storico perfettamente restaurato, conserva lo charme provenzale degli antichi fondatori. Nell'aria profumo di mandorle, nocciole tostate, zucchero e cacao, gli ingredienti del delizioso Croccantino, creazione originale dei maestri del torrone, che lo producono oggi in numerose gustosissime varianti. Il classico torrone bianco o arricchito di nuovi delicati sapori è protagonista, insieme al Croccantino, di dolci assaggi presso gli stand delle nove aziende dolciarie del territorio.

Perché la festa sia completa, ci saranno anche gli altri prodotti tipici come formaggi, salumi, taralli, olio, vincotto, miele, e le famose cassatine. Prodotti di qualità, dedicati ad un turismo enogastronomico di eccellenza, a cui si affiancano spettacoli musicali, folkloristici, intrattenimenti vari, iniziative culturali e visite guidate al Centro Storico e al Museo degli Orologi da Torre.

INFO

festadeltorronesanmarco@gmail.com

 

La terza edizione di Showcolate, la lunga maratona dedicata al cioccolato si svolgerà dall'8 all'11 dicembre alla Mostra d'Oltremare di Napoli. Per la prima volta la fiera napoletana si avvarrà della collaborazione e della grande esperienza dei cugini perugini di Eurochocolate.

I maestri artigiani esporranno il meglio della loro produzione: dai gianduiotti piemontesi alle praline emiliane, dagli zuccotti molisani al torrone sardo, dai cioccolatini al liquore tipici del Veneto a quelli pugliesi con crema di nocciola, dalle tavolette speziate alla cannella di tradizione siciliana ai fichi calabresi ricoperti al cacao, senza dimenticare le dolci specialità della Campania e di Napoli in particolare.

INFO

www.showcolate.it

 

OLIO NUOVO

Per celebrare l'oro verde la Liguria è regina. Un mare d'olio e non solo, invaderà Imperia e il centro di Oneglia dal 18 al 20 novembre in occasione dell'11ª edizione di OliOliva, l'evento annuale dedicato all'olio nuovo appena franto

Le strade e le piazze della cittadina si animeranno con gli oltre 200 stand e gli eventi di OliOliva che spazieranno in più ambiti: dall'arte alla cultura (con le visite al Museo dell'Olivo e a Villa Grock, la scuola di nodi e di biologia marina) fino alla gastronomia.

Il 20 novembre ci sarà poi il passaggio di consegne con GirOlio d'Italia, l'importante progetto dell'Associazione Nazionale Città dell'Olio lanciato per celebrare i 150 anni dell'Unità d'Italia e unire, sotto una sola bandiera, 17 regioni olivetate italiane, da Nord a Sud. Partenza dalla Sicilia, per risalire lo Stivale attraverso Toscana, Lazio, Basilicata, Marche, Campania, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Sardegna, Emilia Romagna, Abruzzo, Puglia, Umbria, Molise, Veneto, Calabria e Trentino, dove il Girolio d'Italia si concluderà il 18 dicembre.

INFO

www.olioliva.tv

www.cittadellolio.it

 

 

TARTUFO

Un classico dell'autunno inseguito dai ciclogourmand che amano pedalare sui saliscendi verdi delle Langhe. L'81ª edizione della Fiera del Tartufo Bianco d'Alba ha già aperto i battenti nella cittadina piemontese per chiudersi il 13 novembre con l'Asta Mondiale del Tartufo.

La celebre kermesse dedicata al tuber magnatum pico si rinnova in chiave gourmet, con l'abbinamento tra il tartufo bianco d'Alba e la pasta secca, quella che gli italiani mangiano tutti i giorni.

In tutto l'astigiano poi ci sono giornate e manifestazioni dedicate alla vendita del tartufo e dei tipici prodotti enogastronomici. Fanno da corollario spettacoli musicali e di animazione, mostre culturali e saporiti menù.

INFO

www.fieradeltartufo.org

 

Altro evento, la fiera del Tartufo Nero di Fragno a Calestano (Parma) il 30 ottobre e il 6- 3 novembre. Sono previste visite in tartufaia per conoscere la tecnica della ricerca e raccolta del tartufo ed escursioni naturalistiche per scoprire il territorio.

Un appuntamento imperdibile è anche quello di Fabro (Terni), al confine tra Umbria, Lazio e Toscana e in calendario dall'11 al 13 novembre.

INFO

www.tuttinterra.com

 

SALUMI

Siete pronti ad immergervi nei paesaggi della Bassa parmense, per assaggiare Culatello di Zibello Dop e i suoi "parenti"? Siete pronti a far sparire a suon di morsi il Mariolone più grosso, il Prete più pesante, lo Strolghino da Guinness e la Cicciolata più grande? E allora segnatevi in agenda November Porc, la staffetta più golosa d'Italia, organizzata dalla Strada del Culatello di Zibello, che fa tappa in quattro località della Bassa parmense (una per ogni fine settimana).

La decima edizione della kermesse per buongustai inizia a Sissa, sabato 5 e domenica 6novembre con "I Sapori del Maiale", poi ci si sposta, il 12 e 13, a Polesine Parmense con "Ti cuociamo Preti e Vescovi". Il 19 e il 20 si fa tappa a Zibello con "Piaceri e delizie alla corte di Re Culatello" e si finisce a Roccabianca, il 26 e 27 novembre, con un'"Armonia di Spezie e Infusi".

Quattro week end con i sapori della terra di Verdi e Guareschi per la degustazione di maxi salumi e itinerari in bici presentati da "Nolo Bike Parma", l'organizzazione che offre 170 biciclette in affitto, per bruciare qualche caloria pedalando piacevolmente.

INFO

www.stradadelculatellodizibello.it

 

Da non perdere neppure la Sagra del cotechino e del blisgon a Casalmaggiore (Cremona). Il festival ha avuto inizio nel 1997 in occasione della millenaria Fiera di S. Carlo, che si celebra ogni anno all'inizio del mese di novembre (quest'anno dal 1° al 6 novembre). Oggi il menù è bello ricco e comprende anche i "bligón", i favolosi tortelli di zucca del casalasco che vengono conditi con burro e salvia o con un sugo rosso preparato secondo la ricetta tramandata dai nonni.

INFO

www.prolococasalmaggiore.it

 

ROMAGNA PER CICLO-GHIOTTI

C'è una regione che brilla per la ricchezza dei piatti e le tante occasioni di escursioni offerte ai cicloturisti. In Romagna, anche nell'autunno festaiolo, trovate sapori e tour di ogni tipo. Qualche esempio?

La sagra "Il Pesce fa Festa" è in programma dal 29 ottobre all'1 novembre lungo le vie del pittoresco porto di Cesenatico, la terra di Pantani e della Granfondo Nove Colli. Inutile ricordare l'accoglienza mirata per i cicloturisti e i tanti percorsi a disposizione tra borghi e colline dell'entroterra. Super convenienti anche i pacchetti soggiorno.

INFO

www.cesenatico.it

 

Per chi ama invece pedalare tra vigneti e sostare con un buon bicchiere di rosso c'è Giovinbacco Sangiovese in festa a Ravenna.

Si tratta della più grande rassegna dedicata al vino di Romagna e ai prodotti eccellenti del territorio. In occasione del 150° dell'Unità, in programma un eccezionale omaggio all'Italia con la "Penisola delle Degustazioni": vini e presìdi Slow Food da tutte le regioni e "Il Giro d'Italia del Sangiovese".

Da pedalare c'è la Strada del Sangiovese e dei Sapori delle Colline di Faenza, un circuito ricco di soste gustose lungo l'Appennino Faentino, fino ai confini con la Toscana, tra frutteti, vigneti e uliveti.

Da non perdere la visita alla cittadina di Brisighella, borgo medioevale sulle colline faentine famoso per le prelibatezze gastronomiche. Alla buona tavola, nel corso di un intensissimo mese di novembre, sono dedicati eventi ad hoc che compongono una gustosa rassegna dal titolo "4 sagre x 3 colli". Le quattro sagre in programma, una ogni domenica del mese, sono: Le delizie del porcello il 6 novembre, Sagra della pera volpina e del formaggio "stagionato" il 13 novembre, Sagra del tartufo il 20 novembre e Sagra dell'Ulivo e dell'Olio il 27 novembre.

INFO

http://www.terredifaenza.it