02 Marzo 2012

Sulla vecchia ferrovia

Domenica 4 marzo si terrà la 5ª giornata azionale delle ferrovie dimenticate promossa dalla Confederazione della Mobilità Dolce che raccoglie al suo interno una rete di gruppi e associazioni. Ecco come si svolgerà, dove e a chi rivolgersi

In bici sulle antiche strade dei treni. Succederà domenica 4 marzo in occasione della 5ª Giornata Nazionale delle Ferrovie Ddimenticate promossa da Co.Mo.Do, la Confederazione della mobilità dolce che raccoglie al suo interno una rete di gruppi e associazioni.


Quasi 100 gli eventi programmati in tutta Italia in questo week end, tra passeggiate, mostre e visite guidate, per far riscoprire ai cittadini il fascino dello spostamento lento, utilizzando eccezionalmente il treno ripristinato solo per la manifestazione, oppure le biciclette lungo i vecchi sedimi ferroviari.
Coinvolte nella Quinta Giornata dedicata ai chilometri di ferrovie dismesse, le più importanti associazioni ambientaliste e culturali: Fiab (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) Italia Nostra, AIPAI-ICSIM, Ferrovie Turistiche Italiane, Iubilantes, Alpine Pearls, Legambiente, con il patrocinio del FAI, del WWF, di UTP/Assoutenti, del Touring Club Italiano, della Società Geografica Italiana, dell’Associazione Italiana Greenways, Associazione Europea Ferrovieri e dei patrocini Istituzionali: Regione Lombardia, Liguria, Marche, Emilia-Romagna, Puglia.



La Giornata si svolgerà attraverso l’organizzazione di eventi in tutto il Paese (attualmente sono 82 quelli già definiti e altri se ne aggiungono di momento in momento), quali passeggiate trekking o passeggiate in bicicletta lungo tratti ferroviari in abbandono, incontri, dibattiti, mostre fotografiche rievocative, sensibilizzazione verso le scuole, visite a impianti ferroviari...


5 gli eventi in Piemonte, 3 in Liguria, 12 in Lombardia, 3 in veneto, 3 in Friuli venezia giulia, 4 in Emilia Romagna, 3 nelle Marche, 9 in Toscana, 6 in Umbria, 9 nel Lazio, 1 in Abruzzo, 1 in Molise, 3 in Campania, 5 in Puglia, 1 in Basilicata, 2 in Calabria, 6 in Sicilia e 6 in Sardegna.


La Quinta Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate si pone l’obiettivo di portare all’attenzione della popolazione, degli amministratori, dei media il patrimonio ferroviario "minore", le piccole linee turistiche, le ferrovie in abbandono e quelle definitivamente dismesse che potrebbero essere riutilizzate come piste ciclo-pedonali.
In tutto il Paese esistono ancora piccole ferrovie che potrebbero funzionare come veicoli per un turismo meno impattante sull’ambiente, più vicino alle realtà locali, ai territori emarginati.


INFO


www.ferroviedimenticate.it


Officine Kairòs s.a.s.


Tel. 039 877935


Fax 039 9716227


press@ferroviedimenticate.it


www.officinekairos.it