02 Aprile 2012

Sulla via del sale in 3.500

Tutto esaurito a Cervia. Ok il nuovo tracciato nonostante freddo e nebbia delle prime ore. Lo spettacolo dei verdi colline romagnole e delle saline

Lo “Sportur Bicycle Show” si è confermato come il principale appuntamento di inizio stagione dedicato al mondo della bici che ha avuto il suo acme con la 16ª Granfondo Selle Italia  - La Via del Sale che ha visto ai nastri di partenza oltre 3.500 appassionati (la prova aveva un numero chiuso).
A dare il via l’assessore al  turismo del Comune di Cervia Michele De Pascale. Si è messo alla prova fra gli atleti ai nastri di partenza anche il prefetto di Ravenna, Bruno Corda.
Nel gruppo poi diversi campioni e volti noti del ciclismo: da Mario Cipollini, uno dei migliori velocisti di tutti i tempi e detentore del record di ben 42 successi al Giro d'Italia, alla prima uscita ufficiale dopo la dichiarazione della volontà a tornare a correre a livello agonistico, a Max Lelli e Alexandre Bajenov. c'erano anche i professionisti dal Team Farnese Vini di Selle Italia Rafael Andriato e Gianluca Mirenda, inoltre l’atleta Susanna Zorzi dal team femminile MCipollini Giambenini Gauss. Ai nastri di partenza anche gli atleti della Nazionale tedesca disabili.
Gli appassionati hanno testato il nuovo percorso della granfondo, accorciato nei chilometri (150 chilometri contro i 165 dell’ultima edizione), ma non meno tecnico ed impegnativo che si è dipanato sulle verdi colline, insidiose dal punto di vista tecnico, dell'entroterra romagnolo punteggiato da peschi e ciliegi in fiore.
Un percorso che parte dalle pianure della Riviera per raggiungere le colline dell'Appennino romagnolo, attraverso il suggestivo scenario delle Saline di Cervia.
Il tragitto ha proposte  novità assolute, come la salita di Paderno-Collinello, imboccata da San Vittore, che va a sostituire Formignano, ed alcuni tratti che sono un po’ un tuffo nel passato, come la bella salita di Ciola, che ritorna dopo qualche anno di assenza. Mentre scompaiono le salite di Polenta e Pieve di Rivoschio.
Nonostante il freddo e la nebbia, che per alcuni chilometri ha accompagnato la corsa, la manifestazione ha fatto registrare ancora una volta il tutto esaurito, consegnando agli organizzatori un altro pieno di consensi.
Sono rimasti invariati il percorso medio di 107 chilometri ed il corto di 77 chilometri.
Con una volata imperiale Leonardo Pinizzotto si è aggiudicato il percorso lungo. Il 26enne pisano ha battuto allo sprint un drappello di una decina di unità, dopo che in precedenza ad animare la corsa era stato un allungo di Andrea Beconcini, ripreso quando all'arrivo mancavano una decina di chilometri.
Pinizzotto, con un recente passato da professionista, ha così confermato le proprie doti di sprinter, andando a vincere nettamente sul lungomare di Cervia di fronte allo stabilimento del Fantini Club.
A completare il quadro, l'ottima prestazione fornita dall'ospite d'eccezione Mario Cipollini, che sulla distanza lunga dei 150 chilometri ha pedalato con i migliori fino alle fasi conclusive, lasciando agli altri il compito di disputarsi la volata.
Di particolare interesse è stata la sfida nella sfida per il successo nel Trofeo Panathlon di Cesena Granpremio della Montagna. A trionfare in questa speciale classifica sono stati Giuseppe Sorrenti Mazzocchi e Claudia Gentili.  

CLASSIFICA FINALE
GRAN FONDO UOMINI
1) Leonardo Pinizzotto (Team Guru Planet X Selle Italia) 4h09'59”; 2) Euprepio Calò (Fajarama Lanotte Bike); 3) Manuele Caddeo (Team x Bionic Lapierre); 4) Alessandro Bertuola (Viner Miche Lgl Nautilus); 5) Anatoli Chaburka (Cicli Maggi Team Frw)

MEDIO FONDO UOMINI
1) Angelo Guizzaro (Frecce Rosse Rowabike); 2) Matteo Bruschi (Team Fondriest); 3) Stefano Barbetta (Vitamina Team Baldoni); 4) Carlo Muraro (Viner Miche); 5) Massimo Cigana (Barbariga)

GRAN FONDO DONNE
1) Monica Bandini (Somec Mg K Vis); 2) Claudia Gentili (Prestigio Royal Team); 3) Florinda Neri (Somec Mg K Vis); 4) Maria Cristina Risi (Asd Max Lelli)

MEDIO FONDO DONNE
1) Maria Cristina Prati (Cicli Matteoni Frw); 2) Lorena Zangheri (Pedale Fermano); 3) Corinne Biagione (Time Bike); 4) Marta Marangon (Barbariga); 5) Michela Zanola (Frecce Rosse Rowabike)


INFO
Sportur
sportur@sportur.com
www.sportur.com