09 Luglio 2011

Sella Ronda Hero: Celestino domina sui passi dolomitici

Il portacolori della Axevo anticipa di oltre 2’ Juri Ragnoli. Nel ridotto emerge Dal Grande. Fra le donne marcia trionfale della Benzoni

Era il favorito della vigilia e Mirko Celestino ha confermato le aspettative, vincendo la 2ª Südtirol Sellaronda Hero Mtb-Marathon. La competizione domenica 2 luglio ha regalato a quasi 1.600 biker una giornata da non dimenticare e ha visto il portacolori del team Axevo Haibike Semperlux tagliare il traguardo di Selva di Val Gardena a braccia alzate. A completare il podio della prova lungo gli 82 chilometri del tracciato Hero la seconda piazza del bergamasco Juri Ragnoli del team Scott, l’ultimo ad arrendersi allo strapotere di Celestino, cedendogli 2’44. Terzo posto del russo Alexey Medvedev della formazione Elettroveneta Corratec in 4 ore 35’06” che, dopo una fuga iniziale, ha lottato per restare in zona medaglia, lasciando ai piedi del podio l’altoatesino Johann Pallhuber. Il successo di Celestino, fresco bronzo dei Mondiali Marathon, è venuto dopo una fuga solitaria di Medvedev che aveva l’obiettivo di vincere il Gpm di Danterceppies e che ha mantenuto il vantaggio fino al passo Campolongo quando, nella successiva discesa veniva preso dagli inseguitori capeggiati da Celestino. Nel gruppo si notava l’assenza di Massimo De Bertolis, uno dei pretendenti al successo finale, ritiratosi a causa di una doppia foratura nella prima discesa, quella del passo Gardena. La gara proseguiva con il ligure Celestino a dettare il ritmo e a fare sempre più selezione fino al passo Duron affrontato in solitaria. Nell’ultima discesa una fortuita collisione con uno spettatore ha causato al leader della corsa una caduta con una forte contusione al ginocchio destro: «Siamo caduti entrambi - ha commentato Celestino al traguardo – io mi sono rialzato subito e ho proseguito quando questo signore mi ha detto che era tutto ok ma sono veramente felice di aver vinto una così bella gara». Celestino ha fermato il cronometro sul tempo di 4 ore 26’07”, migliorando di 20’ il tempo dello vincitore dello scorso anno, Klaus Fontana, in gara con il pettorale “1” e settimo alla fine. Sul fronte femminile l’eroina di giornata è stata la tedesca Katrin Schwing del team Trek-Domatec che ha chiuso la Hero in 5 ore 59’09”. Secondo posto per la connazionale Barbara Kaltenhauser in 6 ore 12’57” e terzo gradino del podio per la vincitrice della scorsa edizione, Anna Ferrari del team Elettroveneta-Corratec in 6 ore 20’08”. Nel percorso di 50 chilometri successo del 21enne Stefano Dal Grande (3 ore 04’20”) del team FullDynamix ai danni del pari età argentino German Dorhmann Manzano (team Axevo Haibike Semperlux) con 3’14” di distacco; terzo posto per l’altoatesino Daniel Jung del team Mountain Heroes in 3 ore 15’05” che non è riuscito a migliorare la seconda posizione dello scorso anno. Da segnalare nella stessa prova la presenza degli uomini jet dello sci alpino azzurro che hanno gareggiato nel percorso di 50 chilometri nella categoria Hobby: il campione mondiale Christof Innerhofer (4 ore 38’54”) ha chiuso in 35ª posizione battuto dal compagno di squadra Peter Fill (4 ore16’19”) che ha concluso 11°. Il terzo uomo jet dello sci azzurro, Florian Eisath, è caduto e ha dovuto ritirarsi per “transitare” dall’ospedale di Brunico per un medicamento ad una brutta escoriazione al gomito. Fra le donne la vittoria è andata alla bergamasca Michela Benzoni del team Lissone MTB in 3 ore 45’23” sulla bolzanina Andrea Tasser (tSarntal Rad) che ha accusato quasi un quarto d’ora di distacco dalla vincitrice e terza piazza per la belga Kristien Nelen del Scott Goeman Cyclim Team. «Ora che la gara si è conclusa nei migliori dei modi il nostro pensiero va a tutti coloro che hanno contribuito a rendere grande la nostra Hero – ha commentato Peter Runggaldier, coorganizzatore al fianco di Gerhard Vanzi della Südtirol Sellaronda Hero – Primi fra tutti le centinaia di volontari che con entusiasmo hanno supportato l’organizzazione: senza di loro tutto questo non sarebbe stato possibile». In tal senso il ringraziamento va esteso a tutte le aziende partner e anche agli enti territoriali come l’Associazione Turistica di Selva Val Gardena, Val Gardena Marketing e ai Consorzi Turistici dell’Alta Badia, Arabba, Val di Fassa e Alpe di Siusi. La Südtirol Sellaronda Hero Mtb-Marathon 2011 è stata anche prova per l’assegnazione del titolo di campione Triveneto sulla distanza Marathon: successo per Mike Felderer e Anna Ferrari tra gli Elite.