11 Luglio 2011

GF Prealpi Biellesi boom di iscritti e spettacolo in salita

La penultima tappa della Coppa Piemonte richiama a Biella 1.650 atleti


La migliore edizione di sempre, in 8 anni di vita. La Gran Fondo Prealpi Biellesi, penultima tappa del circuito della Coppa Piemonte, va in archivio con un bottino di successo e di iscritti: 1.650 atleti al via, più di 400 rispetto all'anno scorso. Apprezzatissimi i percorsi, per la bellezza dei paesaggi e l'impegno richiesto in salita. Azzeccata anche la scelta di ospitare la logistica all'interno dell'ampio Centro Commerciale "Gli Orsi" con la segreteria, la consegna dei pettorali e del pacco gara. Come gadget ogni iscritto ha ricevuto una bottiglia di birra Menabrea, un pacco di riso, due borracce, una confezione di Gran Moravia a scaglie, due bombolette WD-40, una barretta J-NRG, una barretta e un gel PowerBar, una scatola di magnesio e potassio, un campioncino Hibros e un buono per il pranzo accompagnatori al ristorante Rana.


La Gran Fondo ha chiuso in bellezza la tre giorni piemontese dedicata al ciclismo, con la kermesse a eliminazione del venerdì sera e la Mini Bike del sabato pomeriggio riservata a una carica di bimbi piena di allegria e colore.


Per quanto riguarda la cronaca della corsa, la selezione decisiva della Gran Fondo è avvenuta sulla salita di Bielmonte. In testa si forma un drappello di cinque corridori: Alfonso Falzarano, Raimondas Rumsas, Paolo Castelnovo, Marco Zappa e Bruno Sanetti. Al bivio dei percorsi di Rosazza è solo il biellese Zappa a svoltare per la mediofondo, andando a tagliare il traguardo in solitaria con il tempo di 2 ore 51'38". Michel Chocol conquista il secondo gradino del podio dopo quasi 4'. Terza piazza per il brianzolo Niki Giussani.


Sul lungo, in salita verso la galleria di Rosazza, Falzarano lancia il primo attacco e l'unico a tenergli la ruota è il milanese Castelnovo. Inseguiti da Rumsas, la loro fuga continua fino a Sordevolo dove il giovane milanese paga lo sforzo e deve lasciare andare Falzarano che chiude in 4 ore 19'21" i 148 chilometri del tracciato. Secondo posto per Rumsas che è riuscito a raggiungere e superare Castelnovo, terzo al traguardo. In ambito femminile vittoria per la novarese Cristina Leonetti all'arrivo di Biella dopo 5 ore 14'15" di gara. Seconda la romagnola Maria Cristina Prati e terza la torinese Olga Cappiello.


La mediofondo rosa è stata vinta dalla biellese Cinzia Scardellato in 3 ore 20'33” che si è lasciata dietro la valenzana Raffaella Palombo e la genovese Patrizia Cabella.


Per tutti, una volta tagliato il traguardo, si è aperto il Rana Party, che offriva insalata di pasta, mozzarella con pomodorini, pane, acqua e il gelato di yogurt. Dieci le società premiate con dei carrelli della spesa colmi di premi. Il più ricco lo ha guadagnato il Team Fantolino che ha preceduto  il team Cycling Center e il team Immagine Freebike. Chiusa al meglio la Granfondo biellese, il circuito della Coppa Piemonte dà appuntamento ai cicloamatori per domenica 4 settembre a Piacenza con la Granfondo Colnago, conclusione della challenge piemontese.


Per altre info e le classifiche:


http://lnx.gfprealpibiellesi.it